COS'É UN ROV?

Un ROV è fondamentalmente un veicolo subacqueo in grado di operare a centinaıa di metri sotto la superficie dell’acqua, mentre l’operatore rimane in superficie all’interno di un’apposita struttura. L’intero sistema è composto, oltre che dal veicolo stesso, anche da un container all’interno del quale risiede la console principale e l’operatore, ed infine da un gruppo di cavi, chimato anche “ombelicale”,  che collegano la mothership all’ROV e mediante i quali viene trasmesso ogni sorta di segnale: video, acustico, di movimento, elettrico. In aggiunta a quest’ultimo, tuttavia, in situazioni nelle quali è richiesto un plus di potenza per lo spostamento di apparecchiature particolarmente gravose, l’ROV dispone anche di componenti meccaniche che, combinate alla forza elttrica, gli permettono di muovere e portare in superficie carichi di notevoli dimensioni e peso. Per questo motivo, inotre, il cavo “ombelicale” è dotato di elementi di rinforzo per consentire il recupero di apparecchiature pesanti o rottami. La maggior parte dei sistemi ROV sono dotati di almeno una videocamera e di luci, tuttavia, è pratica abbastanza diffusa aggiungere strumenti addizionali al fine di espanderne le capacità operative sott’acqua.

Questi componenti aggiuntivi possono includere: sonar (a scansione frontale e laterale), magnetometri, diversi tipi di macchine fotografiche di profondità (in grado di riprendere in condizioni di scarsa luce e visibilità), sensori di conducibilità, temperatura e profondità, bracci robotici manipolatori o da taglio, campionatori d’acqua ecc. Gli ROV possono variare in dimensioni a seconda del loro utilizzo. Possono essere piccoli e con sensori adatti a svolgere compiti di osservazione, ma anche di più grandi dimensioni ed equipaggiati con sistemi da lavoro complessi, vidocamere, bracci meccanici e altre apparecchiature. Il sistema di controllo “tether” si trova nella parte superiore dell’unità e contiene il cavo principale, essenziale nel facilitare le operazioni di galleggiamento e movimento in situazioni nelle quali lo stesso cavo potrebbe rimanere impigliato in ostacoli subacquei. Questa tecnica di movimento permette al cavo “ombelicale” immediatamente attaccato all’unità, di rimanere verticale, cosi da non inficiarne i movimenti o deviandolo dalla stazione di lavoro. Dal loro sviluppo iniziale, fino alla loro forma attuale, gli ROV hanno visto notevoli cambiamenti e miglioramenti. Sono senz’altro diventati più performanti e in grado di svolgere una più vasta gamma di compiti e a profondità prima proibitive. Esistono, inoltre, unità piccole e manovrabili da un singolo uomo e altre più grandi e sosfisticate, in grado di raggiungere profondità abissali. Oltre a ciò, l’attuale tecnologia consente di automatizzare alcune importanti funzioni che altrimenti sarebbero direttamente gestite dall’operatore. In questo modo, il controllo della profondità, ad esempio, è un’operazione del tutto automatizzata.

TR Teknoloji vanta una lunga e solida tradizione nella progettazione di unità sottomarine ROV e copre una vasta gamma di soluzioni per l’industria della difesa e non. TR Teknoloji equipaggia le sue unità con sensori di fascia alta cosi da soddisfare le più alte esigenze e requisiti specifici. 

Aree di Applicazione

Oil & Gas Industry

Sicuramente uno dei campi di applicazione più battuto delle unità ROV è quello dell’industria del petrolio e dei gas. L’unità ROV prodotta da TR Teknoloji è in grado di operare fino a 1000 metri e offrire alle grandi compagnie petrolifere un valido aiuto nelle operazioni di manutenzione, esplorazione ed estrazione. Le normative vigenti in materia proibiscono ai subacquei immersioni a profondità superiori i 250 m. Per questa ragione, alcune operazioni particolarmente delicate richiedono alle compagnie petrolifere, che normalmente si trovano ad operare a profondità ben maggiori, di ricorrere all’utilizzo delle unità ROV.  

Le normali operazioni di estrazione di petrolio e gas, prevedono l’installazione di diverse componenti, costitutive della piattaforma estrattiva, a diverse profondità. Ad esempio le fondamenta che comprendono i piloni portanti e i longheroni, sono ancorati sul fondale anche oltre i 1500 m. Altre parti, come l’impianto di perforazione, invece, sono installate superficialmente. 

Le unità ROV possono, all’interno di questo scenario, essere impegate a tutti i livelli, diventanto un imprescindibile supporto in tutte le operazioni di manutenzione, costruzione, installazione, rimozione e riparazione. 

 

Oltre il 60% dei sistemi ROV di tutto il mondo a supporto delle operazioni di sfruttamento di petrolio e gas, è impiegato in operazioni di perforazione. Il loro range di operatività è compreso tra i 30 m fino ai 3048m, in aree con elevata corrente e in condizioni particolarmente rischiose per gli operatori umani, quali il trasferimento di fluidi o il carico / scarico di strutture sommerse pesanti. TR Teknoloji ha prodotto, per rispondere efficacemente a tutte queste svariate necessità, braccia robotiche ad hoc, in grado di afferrare, tagliare e perforare nelle condizioni più estreme.  

Applicazioni Militari

Storicamente alcune missioni militari prediligono l’impiego di unità sottomarine senza equipaggio per via degli ambienti estremi nei quali è richiesto di intervenire, sia per non esporre a rischi il personale militare. Inizialmente, infatti, le unità ROV sono state utilizzate in missioni di ricognizione, osservazione e recupero di equipaggiamenti e/o dispositivi affondati. Tuttavia, grazie al progresso tecnologico, le capacità operative delle stesse unità sommergibili ha portato ad un drastico aumento del loro impiego. Questo, a sua volta, ha prodotto una redifinizione dell’approccio strategico delle marine di tutto il mondo nei confronti dell’utilizzo dei sistemi robotici ROV senza equipaggio. D’altro canto, all’aumentare della tecnologia impiegata, è anche corrisposto un aumento dei costi che, tuttavia, vengono compensati dall’efficacia stessa degli ROV impiegati. In particolar modo, la loro capacità di svolgere in sicurezza – quindi senza mettere a repentaglio la vita degli operatori subacquei – operazioni di contromisura di mine, è già di per se un valido motivo per puntare sul loro impiego in situazioni nelle quali esplosioni improvvise o i pericoli derivanti da specifici ambienti sottomarini possono causare la morte del personale militare preposto. 

In aggiunta, gli ROV possono raggiungere una profondità di 6000 metri, tale da consentirgli di coprire ed operare nel 98% dei fondali marini[1]. Oltre alle già citate operazioni, anche quelle di soccorso e salvataggio (SAR) meritano di essere mensionate. Sonar di profondità, videocamere e bracci robotici ultra resistenti sono, infatti, in grado di individuare le unità affondate e di agevolare, in questo modo, il loro successivo recupero. Seppur gli ROV siano gia ampiamente utilizzati in ambito militare, un ulteriore spinta tecnologica potrebbe allargarne il loro campo di utilizzo. Essendo TR Teknoloji una Defense Company, è nel suo stesso DNA continuare la ricerca al fine di emplementare al massimo le capacità di tali unità sommergibili e offrire cosi il massimo in termini di affidabilità e performance. 

Nello specifico, il GELIBOLU ROV è una soluzione completa per tutti i tipi di impiego, dal soccorso al salvataggio fino al recupero, nonchè la prima scelta della Marina Militare Turca.

Anche in questo caso, così come per i precedenti ambiti di applicazione, lo sviluppo tecnologico in ambito ROV ha aperto le porte ad altrettanti progressi per la ricerca scientifica in acque profonde. Il progresso delle telecamere e dell’innalzarsi dell’asticella di profondità, ad esempio, hanno permesso di studiare da più vicino organismi e habitat prima irragiungibili [1]. 

Inoltre, la flessibilità di utilizzo che possono vantare gli ROV, permette loro di utilizzare diversi strumenti a seconda delle necessità: scattare foto, video e campionamento.

A causa della scarsezza di fondi, la comunità accademica e scientifica ha imparato a progettare unità robotiche sommergibili di medie/piccole dimensioni ma altamente performanti. Per questo motivo, ad esempio, il GELİBOLU può essere lun’unità idonea a questo tipo di esigenze essendo dotato di soluzioni hardware complete alle quali è possibile affiancarne altre per specifici scopi investigativi. 

Altri campi di applicazione

Sorprendentemente, uno dei campi di applicazione maggiormente battuti nei quali gli ROV vengono impiegati, è quello delle acque interne. Territorio quest’ultimo storicamente di competenza dei subacquei. Tuttavia, nonostante il loro impiego stia sempre più sostituendo l’intervento umano, gli ROV non sono ancora pronti per un totale passaggio di consegne; ragion per cui, sempre più spesso, ai subacquei è affiancato l’intervento di un ROV. In particolar modo, il loro supporto si rivela utile in situazioni e ambienti con elevata corrente e scarsa visibilità. È in queste circostanze che, di fatto, gli ROV vengono predisposti a difesa della vita umana. Si pensi ancora ad ispezioni nei canali di scolo delle centrali nucleari: la radioattività e la tossicità delle acque sarebbero decisamente nocive per qualsiasi subacqueo. 

Altri campi di impiego possono, infine, essere a supporto di compiti di sicurezza e, sempre pıù spesso, anche in ambito cinematografico, dove il loro utilizzo è finalizzato a sorprendenti riprese subacque per documentari e riprese di ambienti sommersi (relitti, tesori e reliquie di epoca bellica). [1][2][3]

 

  • Salvage, Recovery and rescue 

  • Pipes and cable inspection

  • Bridge footing inspections

  • Sample taking

  • Lost object recoveries

  • Body and evidence recoveries

  • Environmental investigations

  • Investigating sunken objects (ships, wrecks, cars, motorbikes, aeroplanes etc.)

  • Power Stations; Hydroelectric, Nuclear

  • Reservoirs, dams grating and penstock inspections

  • Fish, crab and benthic surveys

  • Zebra mussel surveys and removal

  • Archeology

  • Side scan ground truthing

  • Video documentation

  • Windparks

  • Chemical Industries

  • Corrosion and cathodic measurements

  • Criminal Investigation

  • Ship hulls, propellers and steering gears

  • Diver observation and support

 

Il GELIBOLU prodotto da TR Teknoloji è in grado di eseguire tutte le missioni di cui sopra.  

OPERATION

Oil Drilling

DESCRIPTION

Use of drilling arms and stationary controls to drill a foundation infrastructure.

SENSOR & REQUIRED EQP.

Drilling arm, DVL, CTD, Robotic Arms, USBL/LBL

OPTIONAL SENSORS

Acoustic positioning systems for absolute positioning.

Search & Rescue Salvage

Use of sensors, robotics arms and cameras to search envronment.

Robotic arms, Camera, Forward looking sonar, Side scan sonar.

Pipes & Cable Inspection

Inspection of pipes and cables underlay water in order to sustain performance.

Camera, inspection specialized senors.

Sample Taking

Utilization of academic purposes or examining toxicity of performance.

Underwater Inspection

Use of camera, sonar and some other types of imaging equipments to examine underwater system.

Underwater ground mapping and truthing

Use of distance measurement devices in order to mapping intented base.

References

 

  • www.rov.org

  • en.wikipedia.org/wiki/Remotely_operated_underwater_vehicle

  • www.ofsltd.com/index.php?option=com

  • Auster, P.J, Malesta, R. J., LaRosa, S.C., Cooper, R.A. & S

  • Auster, P. J., Malatesta, R. J., LaRosa, S. C., Cooper, R. A., & Stewart, L. L. (1991). Microhabitat utilization by the megafaunal assemblage at a low relief outer continental shelf site-Middle Atlantic Bight, USA. J. Northwest Atl. Fish. Sci, 11, 59-69.

  • Christ, R. D., & Wernli Sr, R. L. (2011). The ROV manual: a user guide for observation class remotely operated vehicles. Butterworth-Heinemann.

  • Whitcomb, L. L. (2000). Underwater robotics: Out of the research laboratory and into the field. In Robotics and Automation, 2000. Proceedings. ICRA'00. IEEE International Conference on (Vol. 1, pp. 709-716). IEEE.

  • Bishop, R. (2000). Intelligent vehicle applications worldwide. Intelligent Systems and their Applications, IEEE, 15(1), 78-81.

  • Jones, D. O. (2009). Using existing industrial remotely operated vehicles for deep-sea science. Zoologica Scripta, 38(s1), 41-47.

Applicazioni scientifiche e di ricerca

© 2020 by TR Teknoloji Ltd.

  • YouTube Clean Grey
  • LinkedIn Clean Grey